Home»INTERESSI»Cultura»I migliori libri di Oriana Fallaci: da dove iniziare

I migliori libri di Oriana Fallaci: da dove iniziare

0
Shares
Pinterest Google+

E’ stata una delle più grandi giornaliste e scrittrici italiane. Volete conoscerla meglio? Iniziate dai suoi libri.  Tanti, alcuni belli, alcuni meno. Ecco i migliori, almeno secondo noi.

oriana fallaci

Greve in Chianti (Firenze), 1980 – La scrittrice e giornalista italiana Oriana Fallaci nel giardino di casa sua

Oriana Fallaci (“la Fallaci” o anche “l’Oriana” come veniva chiamata) è stata senza dubbio una delle più grandi giornaliste e scrittrici italiane del dopoguerra. Nei mesi scorsi è stata celebrata dalla fiction Rai “L’Oriana”, che ha rinnovato l’interesse  delle lettrici e dei lettori nei suoi confronti. Molte persone non l’avevano mai letta e forse nemmeno sentita nominare, altre la conoscevano ma solo per i suoi libri più recenti, scritti prima della morte prematura. E’ sicuramente stata un personaggio controverso, ma che vale assolutamente la pena conoscere meglio.

Vedi anche: Le 13 scrittrici più famose di sempre

Oriana Fallaci, oltre a numerosi articoli e reportage giornalistici, ha scritto molti libri, alcuni pubblicati dopo la sua morte. I migliori sono senza dubbio quelli degli anni ’70. A partire dal 2001 invece prese una deriva razzista e islamofoba che ebbe grande successo nelle vendite ma che non è paragonabile alla precedente produzione letteraria. Per cui i nostri consigli sono tutti precedenti all’ultimo periodo della sua vita. Elenchiamo qui quelli che secondo noi sono i migliori libri della scrittrice fiorentina e che potete leggere per primi. Se  volete conoscerla meglio, ecco, partite da questi.

Lettera a un bambino mai nato (1975)

Il suo primo grande successo, dopo anni di giornalismo e vari libri, dove la Fallaci parla con il bambino che ha in pancia, chiedendosi se farlo nascere e perché, in un mondo così violento e disonesto. Il libro è stato un successo mondiale.

Un uomo (1979)

Straordinario romanzo dedicato alla storia di Alekos Panagulis, poeta, politico e rivoluzionario greco, che fu compagno della scrittrice. E’ un romanzo verità, una biografia, una storia d’amore

Intervista con la storia (1974)

Raccolta delle interviste che la Fallaci pubblico ad alcuni dei più grandi personaggi della storia del ‘900, tutti uomini. Viene fuori la bravura giornalistica della Fallaci e anche la sua ostinazione e determinazione di fronte al potere.

Insciallah (1990)

Romanzo sulla guerra civile in Libano degli anni ’80 che narra le vicende personali del contingente italiano che intervenne a Beirut. E’ stato l’ultimo grande successo della Fallaci prima della sua pausa e del ritorno con la serie di libri contro l’Islam.

Previous post

La nostra storia e quella della Fiat, dal boom alla crisi

Next post

Nuovi album ottobre 2015: le uscite più calde dell’autunno