1
Shares
Pinterest Google+

Donne americane in fabbrica a lavoro sui  velivoli che combatteranno in guerra. E’ il 1942 e il fotografo Alfred T. Palmer documenta il lavoro delle donne operaie in questi scatti meravigliosi.

WOW2.jpg~original

Certo, all’epoca sono state utilizzate come foto di propaganda, dopotutto siamo in piena seconda guerra mondiale. Ma questi celebri scatti del fotografo americano Alfred T. Palmer (1906 – 1991)  hanno ancora oggi un fascino particolare. Un po’ per il contrasto tra queste donne, spesso molto giovani, belle, semplici, a volte sorridenti, alcune dall’aspetto della brava casalinga americana, altre della ragazza di campagna che sogna Hollywood, sono immortalate in uno sfondo di metallo, di morte. Una bella ragazza sorridente, vestita in un modo che oggi definiremmo senza dubbio cool, in posa davanti a un bombardiere, pronto a partire per sganciare bombe sul nemico. Mani da lavoratrice, ma con lo smalto e la messa in piega.

donne-palmer-4

Allo stesso tempo, messa da parte la propaganda e questo fascino perturbante, queste foto ritraggono donne lavoratrici che, pur alle prese con un lavoro di fabbrica, non perdono un briciolo della loro femminilità, della loro eleganza e dignità, del loro essere donna. Un documento eccezionale sulle donne americane negli anni ’40 e delle foto ancora oggi straordinarie nella loro semplice bellezza.

1a35311v-1

Ma come sono nate le foto delle donne operaie di Alfred T. Palmer?

Nel 1941 gli Stati Uniti sono appena entrati in guerra, gli uomini vengono richiamati e di colpo la nazione perde la maggior parte della forza lavoro. Mentre i maschi combattono, le donne devono lavorare, proprio nel momento in cui la produzione industriale aumenta il suo fabbisogno a causa della guerra. Ecco dunque che il governo incentiva l’assunzione di donne nelle imprese del settore industriale.

1024px-WomanFactory1940s

Nel 1942 Alfred T. Palmer viene incaricato dal governo di documentare lo sforzo femminile nell’industria bellica. Palmer dunque fa un tour di vari impianti di produzione di aerei per fotografare le lavoratrici. Le sue foto, oggi un documento storico eccezionale, all’epoca servirono anche per locandine che incitavano le donne a lavorare in fabbrica per vincere la guerra, come capiterà con l’agricoltura in Italia e nel settore industriale anche nell’Unione Sovietica.

La figura della donna operaia ispirerà l’icona cultura americana di Rosie the Riveter, la lavoratrice per eccellenza, ispirata a un’operaia realmente esistita, Geraldine Hoff Doyle.

1082114048

original

palmer-donne

palmer-donne-2

palmer-donne-3

17

Rosie_the_Riveter_(Vultee)_DS

Fonte foto: Flickr / Library of Congress USA

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *