Home»PASSIONI»Giardino»Orto sul balcone in inverno. Cosa e quando seminare

Orto sul balcone in inverno. Cosa e quando seminare

0
Shares
Pinterest Google+

Spinaci ravanelli e non solo sono tanti gli ortaggi da seminare nel nostro orto invernale in balcone. Una guida per curare il nostro orto in terrazza nei mesi freddi.

orto invernale

L’orto sul balcone regala soddisfazioni anche durante l’inverno, specie nelle zone dal clima non troppo rigido. In ogni caso nei mesi freddi, abbiate cura di proteggere le vostre coltivazioni da terrazzo, ponendole il un luogo riparato, ma soleggiato.

Potete inoltre avvalervi di una piccola serra acquistata, ne esistono di bellissime, o costruita da voi: date sfogo alla vostra creatività utilizzando ombrelli trasparenti, contenitori ikea, piccole assi di legno, tubi in pvc ricoperti con plastica trasparente. Il modo più semplice per proteggere le vostre colture è il tessuto non tessuto, da fissare bene alla base dei vasi.

Orto invernale sul balcone, gli ortaggi da seminare

Tra novembre e dicembre, prima delle gelate potete seminare spinaci, ravanelli, carote, aglio, cime di rapa, piselli, fave, ceci, lenticchie, insalata invernale, lattughino da taglio. Se fa già molto freddo utilizzate un semenzaio, in modo che le piantine abbiano modo di crescere protette, prima di essere messe a terra. Meglio seminare a luna crescente le radici (ravanelli e carote), mentre a luna calante insalata e spinaci.

Scegliete sementi bio e non utilizzate prodotti chimici per fertilizzare e proteggere l’orto sul balcone dai parassiti, per questi ultimi utilizzate piuttosto macerati d’aglio, cipolla, ortica da spruzzare, innocui per voi e per le vostre piante.

Nei mesi freddi è ancora possibile raccogliere lattughino da taglio, rucola, lattuga, spinaci e, se ce li avete cavoli e carciofi.

Una coltura davvero di soddisfazione da tenere sul terrazzo è quella del cavoletto di Bruxelles. Resiste al freddo e nelle varietà tardive produce i germogli ( i cavoletti) fino alla fine dell’inverno. È una pianta che tende a crescere abbastanza, meglio optare per una versione nana. Va piantata nella stagione calda, pensateci per il prossimo anno!

Ricordate che questo è anche il periodo per piantare i bulbi, per avere splendidi fiori a primavera, insieme agli ortaggi.

Previous post

Barbara Ferrari, “Senza l'aiuto dei familiari avrei già chiuso”. Intervista

Next post

L' America dopo le elezioni, tra proteste e sconforto. Facciamo il punto