Home»ECONOMIA»Lavoro»Come trovare lavoro: quali sono i migliori siti? E sai usare bene Linkedin?

Come trovare lavoro: quali sono i migliori siti? E sai usare bene Linkedin?

1
Shares
Pinterest WhatsApp

Come usare il web per trovare lavoro: qualche indirizzo da consultare e un po’ di consigli per usare al meglio il tuo tempo ed evitare di sparare nel mucchio.

logo linkedin
REUTERS/Robert Galbraith UNITED STATES

Usare la Rete per cercare lavoro è ormai opzione abituale praticata da tutti. I siti specializzati (ma anche quelli generali di annunci dove compaiono offerte di lavoro, tipo bakeca per intendersi) sono tantissimi e destreggiarsi può essere complicato.

Cerchiamo di darvi qualche consiglio utile.

Più che il singolo sito di annunci di lavoro, il motore di ricerca di annunci di lavoro

I siti di ricerca di annunci lavoro sono numerosissimi e farne un elenco è quasi impossibile. Uno dei più funzionali secondo noi è infojobs.it, non foss’altro perché ha introdotto un’opzione intelligente: mostra all’utente che ha inviato la sua candidatura a che punto sta la selezione, se l’azienda ha aperto il curriculum, se il suo profilo è stato scartato o passa ad una fase successiva di selezione ecc.

Più che ricorrere a questi siti è però probabilmente più produttivo utilizzare i portali che aggregano annunci di lavoro provenienti da diverse fonti, come motorelavoro.it o it.jobrapido o it.indeed.com. In essi si indica la professione cercata, la località dove si vuole operare (si può allargare anche la distanza kilometrica entro cui effettuare il filtro e la ricerca si allarga anche oltre i confini nazionali). Su jobrapido però le prime pagine hanno molti annunci sponsorizzati ed è difficile arrivare agli annunci nuovi.Imparate a usare le parole giuste

Indeed invece tiene memoria delle ricerche fatte e ogni volta che rientrate nel sito e digitate chiavi già in precedenza cercate (es. se avete cercato annunci di lavoro per baby sitter e lo rifate) mostra anche accanto agli annunci quali sono nuovi dal momento vostro ultimo accesso (sono evidenziati con una scritta rossa new).

Consiglio: attenzione a certe professioni nuove che hanno variabilità semantica notevole nelle ricerche. Per fare degli esempi: spesso con web editor troverete annunci in realtà più adatti a webmaster o a web designer. A volte sotto generiche voci di marketing o di web marketing in realtà si cercano esperti di social media, di social content, di web content o di copy. Dovete un po’ prenderci la mano e dopo un po’ di tempo capirete quali parole chiave tenere sotto controllo (e magari a quali fare una sottoscrizione così da ricevere newsletter mirate).

Attenzione infine agli annunci di lavoro da casa, quasi sempre, purtroppo, nascondono truffe più o meno esplicite.

Come trovare lavoro su Linkedin

Linkedin è un social molto usato tra i professionisti. Ma va utilizzato oculatamente, non semplicemente come una vetrina statica del nostro Curriculum Vitae. Nella pagina jobs (parliamo della versione gratuita) si possono cercare lavori filtrando per settore occupazionale, per zona, per grandezza e numero di dipendenti dell’azienda.

La cosa interessante di Linkedin è che si possono raggiungere più facilmente i selezionatori, chi “conta” dentro un’azienda, chiedendo amicizia e scrivendogli direttamente (nella versione gratuita però si può scrivere direttamente solo a chi è già vostro contatto, mentre in quella a pagamento si può scrivere anche a persone non vostre amiche, si può cercare all’interno dei profili delle singole aziende ecc.).

Ci si può costruire una cerchia di “amicizie” che poi guarderanno la nostra attività sul web e conosceranno l’evoluzione del nostro lavoro, persone con cui saremo in contatto diretto per fare progetti o condividere preventivi.

Su Linkedin è importante la partecipazione

Su Linkedin è fondamentale mostrare la nostra professionalità: non soltanto citando i lavori fatti in passato, le collaborazioni svolte, i corsi, ma anche ricevendo gli “endorse” di altri contatti (sono delle referenze virtuali, le altre persone possono dire in che campi siamo più abili e possono anche scrivere una vera e propria “recensione” su di noi che comparirà nel nostro profilo alla voce “recommendations”).

Su Linkedin è utile la partecipazione ai gruppi (ce ne sono veramente tantissimi e ben organizzati per professione) dove si trovano discussioni stimolanti, delucidazioni fiscali e legali, segnalazione di appuntamenti, fiere e corsi, dove si possono avanzare dubbi, richieste e molto altro.

Un consiglio: partecipate dando dei contributi che possano mostrare il vostro sapere. Scrivete dei tutorial, mostrate la soluzione che avete creato, date un contributo rispetto alla vostra idea di evoluzione del settore in cui lavorate, esprimete opinioni pertinenti e stimolanti, date un’idea di chi siete, cosa fate e della vostra professionalità creando elementi utili anche agli altri. Anche solo un post alla settimana o al mese, ma ben fatto, terrà memoria di voi, vi farà notare positivamente, amplierà la vostra web reputation.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *