Home»RELAZIONI»Coppia»Il femminismo ha rovinato il romanticismo? No. Ed ecco perché

Il femminismo ha rovinato il romanticismo? No. Ed ecco perché

0
Shares
Pinterest Google+

C’è chi pensa che i nuovi modelli culturali e la parità di genere abbiano rovinato il buon vecchio romanticismo di una volta. E’ così? Probabilmente no. Anzi, al contrario, ha migliorato il rapporto uomo-donna.

coppia romanticismo

Nelle relazioni eterosessuali le cose sono molto cambiate da quando le fanciulle lasciavano cadere un fazzoletto e l’uomo cavallerescamente lo raccoglieva e faceva un inchino. Ora le cose sono un po’ diverse. Non solo da quei tempi così lontani ma anche solo da qualche decennio fa. I ruoli non sono più così definiti. Ci sono donne indipendenti che prendono l’iniziativa per prime e uomini ai quali piace essere corteggiati, e viceversa. Lentamente e faticosamente, la parità di genere si fa strada nella nostra cultura, a volte in forma spontanea e autentica, a volte in forma di obbligo sociale (il famoso “politicamente corretto”). Questi sono i risultati di un pensiero femminista – ampio e variegato, come tutti gli “ismi” di questo mondo – che ha portato a vedere in maniera diversa il rapporto uomo-donna. Ma non è che per strada abbiamo perso qualcosa?

La parità di genere ha ucciso il romanticismo?

Aprire la porta a una donna, offrirle la cena, o appunto raccogliere il fazzoletto sono tutte cose che molti oggi non solo vedono come fuori moda ma addirittura come affronti maschilisti. C’è chi pensa che questa tendenza abbia in qualche modo rovinato il lato piacevole del romanticismo. Le donne hanno un ruolo più dominante nelle relazioni, e questo è un lato della medaglia. L’altro è che la visione culturale tradizionale del romanticismo limitava la capacità delle donne di esprimersi, portando a una insoddisfazione nella relazione. E’ bello essere corteggiate, ma essere corteggiate ed essere considerate delle partner con cui comunicare alla pari, è ancora più soddisfacente.

Oggi, secondo molti psicologi, l’uguaglianza tra i due sessi nella relazione porta a una comunicazione migliore, una maggiore intesa e una maggiore soddisfazione, anche sessuale. Uno studio ha provato che le donne che hanno rapporti con uomini “femministi” (chiamiamoli così) hanno relazioni più soddisfacenti e più stabili rispetto a quelle che hanno uomini ancorati a una visione più antica e più comoda del “romanticismo”. Per capirci: va bene che un uomo apra la porta a una donna, è un gesto carino. Ma è bello anche se poi, oltre a questo gesto cavalleresco, non considera la donna solo come una creatura da conquistare, ma come una partner vera con cui condividere gioie e responsabilità.

Il romanticismo dunque continua ad esistere, ma solo vive in una forma aggiornata, più ampia, che superi la trama ormai banale del “macho” che conquista la povera fanciulla che altrimenti non saprebbe come sopravvivere senza di lui. Questa evoluzione culturale – lenta e faticosa, come già detto – porta a una comunicazione migliore. E qualsiasi studio nel campo delle relazioni, ma anche le nostre semplici esperienze personali, conferma che la comunicazione è la base di ogni rapporto sano e sereno.

Vedi anche: Cena fuori paga lui o paga lei? Analisi controcorrente

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *