Home»PASSIONI»Viaggi»I 5 luoghi colorati più belli al mondo

I 5 luoghi colorati più belli al mondo

0
Shares
Pinterest WhatsApp

Strepitosi paesaggi, cromie incredibili: una classifica dei 5 luoghi più spettacolari per i loro colori. E uno è persino sotto terra…

Grand Prismatic Spring

In giro per il mondo c’è una serie di spettacolari luoghi colorati, dove le tinte cromatiche esaltano le bellezze della natura, del paesaggio, delle costruzioni umane.
Sono posti meravigliosi da visitare che lasciano a bocca aperta i turisti che li vedono per la prima volta. Ecco la classifica dei 5 luoghi colorati più belli al mondo.

 

1).  Grand Prismatic Spring – Parco di Yellowstone (Teton County, stato del Wyoming, Usa)

Avete presente quelle opere d’arte in cui si ottengono forme e colorazioni incredibili utilizzando acidi su acciaio o su altri materiali? Ecco, il Grand Prismatic Spring del Parco di Yellowstone ricorda qualcosa del genere.

Visto dall’alto è un grande tondo con colorazioni al centro dal turchese al blu intenso e all’esterno una serie di “raggi” e ramificazioni giallo-rosse. Un “occhio infuocato” che ha tutti i toni del prisma (e dell’arcobaleno) ma altro non è che una sorgente termale i cui colori sono prodotti dai microrganismi che vivono sul limitare della polla contenente acque molto mineralizzate.

I piccoli abitanti cambiano di stagione in stagione e riescono a produrre tonalità accese e differenti: verde in inverno, arancione e rosso in estate.

Al centro della sorgente invece essi non riescono a crescere a causa dell’alta temperatura delle acque: allora ritroviamo le classiche sfumature del blu.

2).   Manarola (Riomaggiore) – Italia

Siamo nello scenario unico delle Cinque Terre. Manarola è una frazione di Riomaggiore e il connubio tra le tinte delle facciate delle tipiche case del borgo e la particolare intensità della luce del pomeriggio dipinge una vista impareggiabile.

Le scogliere a picco sul mare, le case arroccate sullo sperone di roccia, il sole abbagliante, il “meriggiare pallido e assorto”: tutto meraviglioso, ma attenzione, meglio lasciar perdere l’idea di arrivarci in auto. Parcheggio scarsissimo e soprattutto estrema facilità di arrivare, invece, in treno lasciando la macchina a Sestri Levante, Chiavari o a La Spezia.

3.)  Hang Sung Sot, Cave of Surprises – Halong Bay (Vietnam)

Halong Bay è un’area patrimonio dell’Unesco in Vietnam a circa 150 km dalla capitale Hanoi. La baia è una meraviglia di piccole isole calcaree dove sono presenti grotte carsiche in grande quantità.

La grotta di Sung Sot è probabilmente la più nota: raggiungibile dopo una salita di un centinaio di gradini, ha due grandi camere, di cui in particolare la seconda, con un’apertura nella sommità che fa entrare la luce naturale del sole, regala colorazioni incredibili.

L’illuminazione solare crea gradazioni tonali sorprendenti ma anche l’illuminazione artificiale, realizzata tramite faretti che non danno fastidio durante il percorso, esalta queste meraviglie naturali.

4).   I tulipani d’Olanda

Le geometrie cromatiche delle coltivazioni di tulipani olandesi tolgono veramente il fiato. Se non vi volete sbagliare dovete andare in quello che è il vero “distretto dei tulipani” dei Paesi Bassi, cioè il Polder nordorientale della regione dei Flevoland (ma anche intorno a Leida troverete tantissime coltivazioni simili).

Per ammirare questo spettacolo naturale occorre scegliere la stagione giusta: l’inizio della primavera è il momento in cui i tulipani fioriscono, anche se ci sono differenze in base alla tipologia del fiore. Diciamo che, indicativamente, tra metà marzo e metà maggio, e in particolare durante tutto aprile, lo spettacolo è assicurato.

5) Portage la Prairie – Manitoba (Canada)

Campi di lino e colza che creano un incredibile gioco di geometrie e tonalità. Azzurro del cielo, giallo e poi blu intenso. Qua molto fa anche la bravura del fotografo Mike Grandmaison ma non dubitiamo che passando da Portage la Prairie, nella zona di Manitoba in Canada, uno spettacolo simile sia facile da ammirare.

La cittadina si trova a poca distanza da Winnipeg (una settantina di km in direzione ovest) sulle rive del fiume Assiniboine e nelle vicinanze del Lago Manitoba.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.