Home»ECONOMIA»Lavoro»Inventarsi un lavoro su internet è davvero possibile?

Inventarsi un lavoro su internet è davvero possibile?

0
Shares
Pinterest WhatsApp

La Rete è una valida alleata contro la crisi. Ma per inventarsi un lavoro gli ingredienti principali sono la tenacia e la creatività. E non fidatevi della soluzioni facili: la maggior parte portano a guadagni minimi.

lavoro internet

Chiariamo subito una cosa: potete anche lasciar perdere tutti quegli annunci sul “guadagnare online da casa comodamente seduti”, se quello che cercate è un vero lavoro. I metodi pubblicizzati su internet sono tanti: guadagna ricevendo mail pubblicitarie, guadagna scrivendo recensioni, guadagna facendo mi piace su Facebook e via dicendo.

Il problema è che i guadagni sono talmente minimi (si ragiona nell’ordine di centesimi di euro) che diventa davvero insensato passare la giornata davanti a un monitor a ripetere attività meccaniche e noiose per arrivare a potersi permettere forse appena un caffè. E’ una semplice considerazione matematica: fatevi due conti e vedrete che il gioco non vale la candela.

Lasciate perdere gli annunci tipo “diventa ricco in poche ore”

Ma internet può essere davvero d’aiuto per inventarsi un nuovo lavoro, mettersi in proprio, lanciare una nuova attività. Ad esempio una startup, per cui esistono agevolazioni. Non è sufficiente trovare una buona idea, ma ovviamente quella serve ed è il punto di partenza. Ma quello che farà veramente la differenza saranno le persone, il team che si riuscirà a creare e la determinazione con la quale si porterà avanti il progetto. Molte buone idee sono fallite perché non sono state portate avanti con la giusta energia.

Però c’è anche chi riesce ad avere successo con attività originali e innovative che vanno a inserirsi in settori di mercato inesistenti fino a qualche anno fa. E’ fondamentale prima analizzare il mercato, le nuove esigenze delle persone e capire cosa si può proporre di utile e di nuovo.

Vedi anche: Gli errori più comuni da evitare quando si avvia un’impresa

Ci sono diversi modi di usare il web per lavorare

Altri invece riescono a guadagnare con le affiliazioni pubblicitarie. Funziona così: aprite un sito o un blog e parlate di determinati argomenti che suscitino l’interessa della gente. Le persone ovviamente devono potervi trovare dai motori di ricerca e gli argomenti dovrebbero rispondere a domande essenziali. A questo punto, se il vostro sito genera traffico di utenti, potete inserire degli annunci pubblicitari.

I guadagni sono molto bassi se il sito è poco visitato e anche qui il rischio è di lavorare molto per ottenere poco. Ma c’è chi riesce ad avere una piccola entrata mensile, anche se con tante ore di lavoro e un grande impegno. Anche in questo caso il dubbio è se davvero ne valga la pena.

Internet non come soluzione ma come strumento

La vera soluzione forse è usare internet non come un mezzo fine a se stesso, ma come uno strumento per migliorare la propria posizione lavorativa. Ad esempio esistono decine di enti autorizzati che offrono corsi di formazione on line. Non costano molto, ce ne sono su diversi settori e alla fine vengono rilasciati regolari attestati, utili da inserire in curriculum per quando si cerca lavoro.

Vedi anche: Donne e lavoro: 9 film da cui trarre ispirazione

 

 

 

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *