Home»PASSIONI»Cibo»Napoli street food: 10 delizie tutte da gustare. Gli indirizzi giusti

Napoli street food: 10 delizie tutte da gustare. Gli indirizzi giusti

0
Shares
Pinterest Google+

Napoli  street food, pizza, frittura, gelati & Co. Ecco le 10 migliori tappe gastronomiche e gli indirizzi per gustare il cibo di strada a Napoli.

Napoli Street Food. Ovvero come approfittare al meglio delle bontà napoletane economiche e deliziose durante un fine settimana a Partenope.

Napoli Street Food_pizza-a-libretto

Il cibo a Napoli è al centro di un culto millenario. La città vota alle sue specialità un rispetto sacro, che non le impedisce di veder nascere tendenze gastronomiche innovative. Vere e proprie mode, non sempre passeggere, destinate ad arricchire il florido paesaggio del gusto partenopeo.

Ma quali sono le specialità più gettonate dello street food a Napoli? E quali gli indirizzi che non conoscete? Tra le tante le ragioni di piacere all’ombra del Vesuvio, abbiamo accuratamente selezionato dieci ‘ fantastici luoghi’, per accontentare sia i fanatici del dolce e gli amanti del cibo salato.

Napoli street food: nel regno di pizza & fritti

Napoli è la culla del cibo popolare. Ad ogni angolo di strada è un fiorire di banchi e banchetti, che sprigionano profumini deliziosi. Eccoli riuniti nelle dieci indispensabili tappe della guida alla Napoli golosa. Dieci specialità locali e altrettanti indirizzi golosi. Pancia mia fatti capanna!

Gli angioletti fritti della pizzeria Starita a Materdei sono bastoncini di pasta da pizza fritti e serviti sia in versione dolce (cosparsi da una nota crema al cacao e nocciole), che salata (con pomodorini e rucola). Se vi resta un po’ di appetito (cosa difficile a dire il vero) provate la montanara di Don Antonio, fritta o al forno.

Pizzeria Starita
Via Materdei, 27/28, 80136 Napoli

Napoli Street Food_angioletti-salati
Mangiare una pizza a libretto è un’impresa titanica. Bollente a un livello indescrivibile, vi lascerá in bocca tutto il sapore del sughetto fresco e della mozzarella filante, sempre se riuscite a sopravvivere alle ustioni di terzo grado… Sappiate che generazioni di studenti nutrite da Tutino a Porta Nolana, ce l’hanno fatta.

Un consiglio spassionato: evitate di vestirvi di bianco e aspettate qualche istante prima di addentarla (in napoletano “dare un morso” si dice anche “dare una capata”).

Pizzeria Tutino a Porta Nolana
Via Cesare Carmignano, 79/81, 80142 Napoli

Napoli Street Food_pizza-Tutino-Porta-Nolana
© Marina Rania

I mini timballi di bucatini al prosciutto (semplicemente detti “frittatina di maccheroni“) sono una vera goduria. Immaginate la leggerissima opposizione dell’esterno croccante sotto i denti e la splendida armonia di salsa béchamel, prosciutto cotto a dadini e in certi casi anche piselli. Un capolavoro di cibo di strada da gustare nel cuore di Napoli, da Pellone al Quartiere Vasto, o da Di Matteo ai Tribunali.

Pellone
Via Nazionale 93, 80143, Napoli

Napoli Street Food_Frittatina-Pellone

La pizza fritta delle figliole è un’istituzione, da gustare poco lontano dal leggendario ‘cippo a Furcella’. La sua pasta dorata è croccantissima. Stesa con cura e cotta in una vasca d’olio va gustata caldissima, quando il ripieno di ricotta, cicoli e fiordilatte gocciola fuori che è un piacere. Una tentazione irresistibile.

Antica pizzeria De’ Figliole
Via Giudecca Vecchia, 39, 80139 Napoli

Napoli-Street-Food_Pizza-fritta_Antica-Pizzeria-De-Figliole

Napoli street food, i taralli

Se non vi siete unti le dita almeno una volta con i taralli sugna e pepe (taralli ‘nzogna e pepe in napoletano verace) non avete vissuto Napoli al 100%
Siete ancora in tempo per rimediare inserendo nella prossima ‘virata partenopea’, una sosta strategica nel tarallificio che vi consigliamo, collocato in quel ventre di Napoli che aveva ispirato l’omonimo romanzo di Matilde Serao.

Tarallificio Pane, Amore e Fantasia
Via S. Teresa degli Scalzi, 130, 80135 Napoli

Napoli-Street-Food_tarallo-sugna-e-pepe
© Davide Rania

Napoli street food dolci, tradizione e innovazione.

Le innovazioni del cibo di strada a Napoli arrivano soprattutto sul fronte dolciario, come testimonia il grandissimo successo delle brioche fiocco, anche se babà e sfogliatelle restano un punto fermo indissolubile e il gelato, con tutta la sua corte di sorbetti, spume e coviglie, continua a rinfrescare il palato esigente dei partenopei.

I fiocchi di neve di Poppella hanno rivoluzionato il dolce paesaggio locale e conquistato i napoletani. Si tratta di brioche morbidissime, farcite con una crema al latte che si scioglie in bocca. Una delizia (prontamente imitata ai quattro angoli della città, e non solo), la cui notorietà ha ormai varcato i confini del capoluogo partenopeo. Per gustarle vi consigliamo di recarvi direttamente alla sede centrale della pasticceria Poppella.

Pasticceria Poppella
Via Arena della Sanità 24, 80137 Napoli

Napoli-Street-Food_Brioche-fiocco_Poppella-
© Sara Rania

Il Bilancione è una delle soste preferite dalle coppiette. Non fatevi mancare una bella coppa di gelato artigianale con tanto di cialde homemade, freschissime e croccanti. Un vero must con vista sullo splendido panorama di Posillipo e il Vesuvio che fa l’occhiolino in lontananza. I più golosi si delizieranno con la coppa riccia, un sontuoso ripieno di gelato adagiato in una sfogliatella riccia. Altro che il solito cono gelato – a volte pure rinsecchito. Tripudio!

Gelateria il Bilancione
Via Posillipo, 238, 80123 Napoli

Napoli-Street-Food_gelato_courtesy_Il-Bilancione-min
Courtesy Il Bilancione

Napoli street food, il cioccolato

Il cioccolato foresta di Gay-Odin è semplicemente favoloso. Sottilissimi strati scuri e aromatici, sfogliati con maestria, si sovrappongono fino a formare veri e propri tronchetti. Abbondate e fatevi impacchettare i cioccolatini in una delle scatole di cartone decorate con antichi scorci partenopei.

Cioccolateria Gay-Odin
Via Benedetto Croce, 61, 80134 Napoli

Napoli-Street-Food_cioccolato
© Sara Rania

Le sfogliatelle

Le sfogliatelle di Mary hanno una reputazione antica e consolidata e il locale dove sono prodotte e servite calde, è un vero e proprio cimelio. Un bancone denso di delizie, affacciato all’ingresso della Galleria Umberto I, che riconoscerete dai tanti turisti ed abitanti che vi si recano in ogni momento della giornata. Insomma una vera e propria mecca della sfogliatella (prodotta con maestria anche da Attanasio), pronta a sopperire alla recente chiusura di un altro dei fornitori cult di sfogliatelle napoletane: Pintauro. Il profumo unico della ricotta che sposa i canditi e va a nozze in una carrozza delicatissima, non attende. Sfoglia o riccia, l’ultima domanda lecita prima del sì.

Sfogliatella Mary
Galleria Umberto I 66, 80132 Napoli

Napoli-Street-Food_Sfogliatelle
© Sara Rania

Napoli street food, la granita

La vera granita napoletana si preparava sul momento, grattando il ghiaccio da un grosso blocco e aggiungendo una spruzzata di sciroppo. Non è un caso se si chiamava ‘rattata’ (grattata) e rievocava la tradizione della grattachecca romana. Qualche ambulante la prepara ancora, ma, per ovvie ragioni nomadi, difficile darvi un indirizzo preciso. Sullo stesso filone sopravvivono alcuni acquafrescai, presso i quali potrete sorseggiare un’acqua al limone, o una spremuta fresca. Avete mangiato troppo? Chiedete il cocktail ad hoc preparato al chiosco Aurelio (segreta miscela di acqua di Telese, bicarbonato di sodio, succo di limone e seltz super frizzante). Un bicchierone e sarete pronti per ripartire con il cuore – e lo stomaco – leggero, nonostante la maratona del cibo di strada a Napoli.

Chiosco Aurelio
Riviera di Chiaia 61, 80122, Napoli

Napoli-Street-Food_limone_Chiosco-Aurelio

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *