Home»PASSIONI»Casa»Una casa shabby chic: idee e consigli per uno stile di arredamento alla moda.

Una casa shabby chic: idee e consigli per uno stile di arredamento alla moda.

0
Shares
Pinterest WhatsApp

Cosa vuol dire shabby chic? Scopri come arredare la tua casa con i mobili, i tessuti, i colori e gli oggetti che definiscono questo stile, adatto per qualsiasi ambiente, dal salotto alla camera da letto.

casa shabby

Nei ricordi di bambina di molte di noi c’è la casa di una nonna, o di un’anziana zia, dove ci piaceva andare in visita, per guardarci attorno curiose: era un po’ come essere in una casa di bambola, così accogliente, affascinante, anche se non troppo perfetta e vagamente démodé.

Sarà per questo che l’arredamento Shabby chic spopola, uno stile che viene dall’Inghilterra, reso di moda dagli interior designer americani, ma che attinge a un “sentirsi a casa” antico e condiviso. Shabby letterelmente significa logoro, consumato, viene abbinato a una patina elegante, chic, appunto.

Difficile in realtà assegnare un’origine geografica circoscritta a questo gusto, basti pensare alle case di Provenza, ai vecchi casali toscani, alle casette greche, per ritrovare quella stessa sensazione di sgarrupato pieno di stile. Così come si può incontrare in città e in campagna, al mare e ai monti, nelle sue varie declinazioni e sfumature, dal romantico al rustico.

Ma come si fa ad arredare una casa in stile shabby chic? I negozi di mobili e accessori finto antichi, vagamente provenzali, sono una possibilità, ma i prezzi non sono esattamente accessibili, specialmente quando si tratta di oggetti made in China.

casa shabby
Image by © Andreas von Einsiedel/Corbis

Più economico e divertente è andare a curiosare in cantine e soffitte di famiglia, frequentare assiduamente i mercatini dell’usato, che spuntano come funghi in ogni città.
Date la caccia a vecchi tessuti di canapa e lino, antichi tappeti, vecchie stoviglie, anche “scompagnate”, tavoli, bauli, cassettoni, che potrete tenere così come sono, autentici, oppure personalizzare. La parola d’ordine per una vita shabby chic, insomma, è riciclare.

La caratteristica forse più evidente di questo stile sono i colori chiari e delicati, che donano agli ambienti un’atmosfera a tutta luce.

interni arredi shabby
Image by © Andreas von Einsiedel/Corbis

La palette ideale va dal bianco, all’avorio, poi beige, caffelatte, cipria, sabbia, corda, lilla, salvia, carta da zucchero. Legno, vetro, porcellana, latta e terracotta i materiali più diffusi per mobili e accessori. Via libera a pizzi e centrini, conferiscono un tocco romantico, ma attenzione a non sconfinare nel kitsch.

In rete troverete molti siti dedicati e tutorial che insegnano a personalizzare i mobili, soprattutto con le tecniche che caratterizzano lo stile shabby chic: il decapé (scrostato, sverniciato) e il craquelé (screpolato). Anche Ebay vi sorprenderà: è un’ottima risorsa per trovare vecchie cornici, lampade, quadretti e oggetti curiosi e deliziosi, provenienti perlopiù dal Regno Unito.

Scegliete ortensie, lavanda, fiori bianchi, erbe aromatiche per decorare i vostri davanzali e le vostre tavole. Con vecchie bottiglie di vetro, alzatine, porcellane, potrete creare angoli affascinanti, ispirandovi magari alle splendide nature morte di Giorgio Morandi.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.