Home»RELAZIONI»Come allontanare la vergogna ed essere se stessi

Come allontanare la vergogna ed essere se stessi

1
Shares
Pinterest WhatsApp

Vergogna di se stessi, vulnerabilità, chiusura. A molte donne capita di provare il sentimento della vergogna e di non esporsi per la paura di sbagliare. Vediamo come affrontare la vergogna e allontanarla da noi per incominciare a stare bene.

vergogna
Image by © Bernd Vogel/Corbis

Stefania è una giovane donna che non si sente mai completamente all’altezza delle aspettative. Ha spesso la sensazione di essere inadeguata, di non essere abbastanza brava nel ricoprire tutti i “ruoli” senza sbavature. Vorrebbe avere un corpo perfetto ed essere impeccabile nei suoi comportamenti. La sua immagine richiama una vecchia pubblicità di un profumo degli anni ’80 dove si vedeva una donna iniziare la giornata da manager vestita in tailleur. Da elegante lavoratrice tornava poi a casa per incarnare una perfetta mamma e casalinga, infine si tramutava in donna fatale per il suo uomo vestita con abito da sera. Il mattino si svegliava presto e ricominciava la sua giornata. Nell’affrontare tutte questi compiti aveva sempre il sorriso in volto e nessuna traccia di fatica. Cosa c’è che non va in questo scenario?

LA SCOPERTA DELLA VERGOGNA

Nelle attuali società urbane, dove la comunicazione veicola di frequente un culto della perfezione e dell’edonismo, incontriamo persone con sentimenti di colpa o di insoddisfazione. La ricercatrice nordamericana Brené Brown ha concentrato i suoi studi su quella che definisce “vergogna”, descrivendola come un’epidemia all’interno della nostra cultura. Forse la grande epidemia del nostro secolo. Se attraverso i giornali, la pubblicità, la cultura o la televisione ci viene detto continuamente come bisogna essere, è molto facile cadere nella trappola dell’apparenza rimettendoci benessere e serenità. La vergogna è spesso associata a un altro termine: “vulnerabilità”. La maggior parte delle persone associano la vulnerabilità alla debolezza, questo potrebbe essere vero. Per esempio in una battaglia essere vulnerabili vuol dire possedere molti punti deboli, ma applicato alla vita di tutti i giorni quest’idea è terribilmente pregiudiziale. Rendersi vulnerabili significa esporsi ai rischi, osare e credere fino in fondo nelle proprie scelte. Non è debolezza, è piuttosto coraggio, è lasciarsi vedere così come siamo con i nostri difetti e i nostri insuccessi.

POTERE ALL’IMPERFEZIONE

Un famoso terapeuta americano diceva: “Non ci può essere vulnerabilità senza rischio. Non ci può essere comunità senza vulnerabilità. Non ci può essere pace, e infine neanche la vita senza la comunità”.
La vulnerabilità è il luogo dove nasce l’onestà, la creatività, l’innovazione, il miglioramento e il cambiamento. Le donne che espongono la propria vulnerabilità hanno più iniziativa e tolleranza verso l’incertezza e il cambiamento perché sanno che nonostante i propri insuccessi continueranno a essere degne di amore. La vergogna sono i nostri pensieri negativi che comunicano costantemente che non possiamo andare oltre, che non siamo abbastanza e che gli altri lo sanno. Le uniche persone che non provano vergogna sono quelle che non hanno empatia, per questo non è per niente dannoso provare un po’ di vergogna. Come altri sentimenti sgradevoli, come la tristezza, l’ira o l’ansia, non bisogna reprimerla ma imparare a gestirla.

RENDERSI VULNERABILI

Chi si vergogna perde accesso al proprio pieno potenziale. Nell’intimità, vergognarsi vuol dire chiudere le porte al miglioramento e alla crescita. Vuol dire inoltre vivere la relazione con “chiusura”, mascherando quello che siamo con comportamenti difensivi oppure schermando i nostri sentimenti e sensazioni. Il risultato di questa immagine distorta di sé è un soffitto di vetro emozionale che permette a noi di non uscire allo scoperto e al partner di essere “diviso”, come se ci fosse un muro immaginario.

Come rendersi vulnerabili, allontanare la vergogna e incominciare a essere se stessi nell’intimità?

  1. Non abbiate vergogna di cambiare e di mostrarvi per come siete
  2. Non c’è nulla che non va, potete affrontare qualsiasi compito con amore e passione
  3. Potete sentirvi in colpa per quel che avete fatto, non per quello che siete
  4. Esponetevi e non abbiate paura di sbagliare
  5. Curate il vostro benessere per migliorare lo spirito e il corpo. Non fatelo per apparire o perché siete state offese ma per restare in armonia con voi stesse
  6. Vivete sempre in maniera aperta e vulnerabile, soprattutto in amore

1 Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.